Peter Llewellyn ha fatto di Gozo la sua casa, dopo venticinque anni vissuti tra l’Africa Orientale e il Medio Oriente per motivi di lavoro. La sua farmhouse ha 400 anni ed è una delle case più antiche del villaggio di Sannat, vicino allo spettacolare altopiano di Ta’ Cenc e alle scogliere. Ospita un Bed & Breakfast a conduzione familiare e tutta l’energia che gli è necessaria è ottenuta da un impianto solare.   

Peter è innamorato di Gozo ed ammette di trasformarsi in un attivista appassionato e intransigente quando si tratta di proteggere un ambiente terrestre e marino così fragile e di conservare un habitat così unico. Lavora solo con quei partner locali che condividono il suo impegno.

Oltre ad occuparsi dell’educazione di gestione sostenibile dell’ambiente naturale, a dare consigli sulle energie rinnovabili e alla conservazione delle acque, Peter è anche un volontario di una delle organizzazioni nazionali non governative per la protezione del patrimonio culturale e dell’ambiente adoperandosi come guardia nella torre di Comino. Conosce Gozo profondamente e ha una rete di partners locali molto affidabili che forniscono i servizi elencati su questo sito.


Egli crede che lavorare in sintonia, e non contro i processi naturali, sia la chiave per lo sviluppo sostenibile di un turismo a basso impatto, preferibilmente lontano dai mesi estivi, quando cioè l’isola ha più da offrire ai visitatori interessati al proprio benessere e quando i giovani gozitani possono dedicarsi interamente al vostro servizio.

Peter Llewellyn